IMPIANTO CON ACCUMULO ENERGETICO, da oggi si può.

Un sistema Fotovoltaico Stand-Alone è un impianto autosufficiente, alimentato ad energia solare fotovoltaica. In tale impianto è necessario immagazzinare l’energia solare prodotta dai moduli fotovoltaici, al fine di garantire la continuità di servizio delle utenze. A tale scopo è consueto l’uso di accumulatori elettrici, come batterie al piombo.
L’impiego dell’energia elettrica solare è affidata ad un idoneo regolatore di carica che adatta i parametri elettrici dei moduli fotovoltaici alla ricarica del banco batterie, controlla i livelli di carica ed eroga energia alle utenze, tipicamente in bassa tensione continua di 12V o 24V DC. Nel caso siano presenti utenze alimentate in tensione alternata, è necessario l’utilizzo di dispositivi inverter DC/AC di specifica frequenza e tensione d’uscita.

Accumulare l’energia prodotta dal tuo impianto fotovoltaico durante le ore diurne, in eccesso rispetto al consumo istantaneo, è possibile, conveniente ed assolutamente sicuro.
Siamo finalmente in grado di proporre due sistemi di accumulo a prezzi ragionevoli, utilizzabili sia per gli impianti già allacciati (EFM), che per quelli nuovi (GM).
I nuovi impianti equipaggiati con il General Manager NON necessitano di richieste Enel, GSE, contatori doppi, in quanto non sono connessi alla rete elettrica, che è presente solo per funzioni di emergenza.
Essi sono composti da una unità (cd. Master) e da ovviamente le batterie:
– carica un gruppo batterie in presenza di una eccedenza di produzione fotovoltaica rispetto al consumo istantaneo dell’utenza
– gestisce i cicli di ricarica e scarica delle batterie
– commuta automaticamente l’alimentazione della utenza staccandola istantaneamente dalla rete (EFM)
– ricollega sempre automaticamente l’utenza alla rete a batterie esaurite

Da oggi l’energia prodotta in eccesso durante le ore di produzione è riutilizzabile nelle ore serali, permettendo un ulteriore abbattimento dei costi per l’approvvigionamento di energia necessaria alle utenze.